Contenuto

Accertamento dell’handicap

 

Per Handicap si intende una condizione di svantaggio vissuta da una determinata persona in conseguenza di una menomazione o di una disabilità che limita o impedisce la possibilità di ricoprire il ruolo normalmente proprio a quella persona (in base all’età, al sesso e ai fattori socio-culturali).

Chi può fare domanda
Per i minori, la domanda di accertamento dell’handicap può essere presentata dai genitori o dal tutore (legale rappresentante).

Come fare la domanda
Dal gennaio 2010 la presentazione della domanda è informatizzata e si svolge in due fasi:
1 - Il pediatra di base o un altro medico certificatore accreditato compila il modulo della domanda e la invia telematicamente all’INPS, consegnandone una copia all’interessato. Una volta consegnato il certificato, il sistema telematico rilascia un codice che il medico consegna all’interessato assieme al certificato introduttivo firmato in originale.
Il certificato ha validità 30 giorni.
2 - Il genitore deve poi presentare la domanda all’INPS autonomamente in modo telematico, dopo aver acquisito il PIN (solitamente ci si avvale dell’aiuto di associazioni, patronati o sindacati)

Convocazione
La segreteria della Medicina Legale convoca il minore, con i genitori, tramite raccomandata a domicilio.

Cosa occorre quando ci si presenta alla commissione
Nella lettera di convocazione sono riportati tutti  i riferimenti: data, orario e luogo di visita.
Va portato, come indicato, un documento valido di identità (con foto) relativo al minore
e la documentazione sanitaria aggiornata.


Informazioni utili
L’accertamento di disabilità da parte della Commissione può dare luogo al riconoscimento di benefici economici a seconda della gravità riconosciuta.
Può venire riconosciuto il diritto all’Indennità di frequenza quando il minore presenta, per la sua patologia, difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età (attività scolastiche e extrascolastiche).
Oppure il diritto all’Indennità di accompagnamento in caso di impossibilità a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore, incapacità a compiere gli atti quotidiani della vita, necessità di assistenza continua.

Al compimento dei 18 anni,  occorre sottoporsi ad ulteriore valutazione da parte della Commissione per adulti, pertanto, è opportuno prima di quella data partire con le richieste di verifica. In questo modo, è possibile evitare la sospensione prolungata dei benefici e attivare tempestivamente la concessione della pensione o assegno mensile.


Enti di riferimento
Azienda USL, INPS


Link:  www.superabile.it
          www.handylex.org

 

Bacheca

Orientarsi a Ravenna

"Il Volontariato ti accende" è il titolo dell'opuscolo informativo curato dal Comitato Cittadino antidroga rivolto a chi momentaneamente si trova in grave difficoltà.

Bonus bebè

Le famiglie con un Isee al di sotto dei 25 mila euro potranno richiedere il bons per i nuovi nati dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017.

Carta bianca

Il Comune di Ravenna, tramite l'Assessorato alle Politiche Sociali, promuove Il progetto "Carta Bianca" tessera gratuita per persone con disabilità

Video

Ravenna città accogliente: l'affido familiare per il cittadino di domani

Guarda il video

Prendi un bambino per mano



Guarda il video
 

Collegamenti esterni

Istituzioni partners
Per i nostri documenti in formato digitale usate Acrobat Reader e Microsoft Office Reader
 

©2011 Azienda Servizi alla Persona Ravenna Cervia Russi | Accessibilità

Comune di Ravenna Comune di Cervia Comune di Russi Provincia di Ravenna Regione Emilia-Romagna Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna Qualità Sociale Emilia-Romagna Sociale Vai sul sito Adobe e scarica Adobe Reader per leggere i documenti in formato PDF Vai sul sito Microsoft e scarica Microsoft Reader per leggere i documenti in formato DOC Vai sul sito Adobe e scarica Adobe Reader per leggere i documenti in formato PDF Vai sul sito Microsoft e scarica Microsoft Reader per leggere i documenti in formato DOC