Contenuto

Analisi dei fabbisogni formativi

fiori

All’interno del processo di formazione, l’analisi dei bisogni è una delle attività più strategiche in quanto sta alla base della corretta redazione del Piano Formativo medesimo.

La lettura e l’interpretazione dei bisogni formativi dell’Azienda sono di competenza dell’ufficio Formazione - Comunicazione; si tratta di un’attività di ricerca che coinvolge soggetti e livelli diversi dell’organizzazione (i responsabili di Ambito, i responsabili delle aree territoriali, gli operatori territoriali, la Direzione) e che comporta passaggi, condivisioni, periodici aggiustamenti.   

Delle quattro consuete fasi del processo della formazione (analisi dei bisogni, progettazione degli interventi, attuazione e valutazione dei risultati) la fase che riguarda l’analisi dei bisogni è la più importante e delicata in quanto una raccolta e lettura attenta delle necessità formative consente un’adeguata progettazione degli interventi, secondo una logica sistemica integrata, ma soprattutto partecipata e condivisa. Condivisa a diversi livelli e secondo le diverse responsabilità, dall’intera struttura.

Il modello a cui si ispira il sistema della formazione dell’Azienda Servizi alla Persona prevede l’articolazione dei bisogni in:

 

  • bisogni organizzativi che identificano le esigenze formative che scaturiscono dalle caratteristiche, dalle linee di indirizzo e dalle priorità del sistema Ente;

  • bisogni professionali che identificano invece le esigenze di professionalità nuove e quelle che scaturiscono dai ruoli organizzativi, mettendo in evidenza lo scarto esistente tra quello che l’Ente si attende dai propri dipendenti e quello che i dipendenti attualmente sanno e fanno.

 

Nella consapevolezza che i due livelli di bisogno sono in continua evoluzione e mutamento è stato creato un sistema di monitoraggio costante al fine di consentire, dopo la prima stesura del piano pluriennale della formazione, le successive ritarature nelle articolazioni annuali del piano stesso.

 

Bacheca

Orientarsi a Ravenna

"Il Volontariato ti accende" è il titolo dell'opuscolo informativo curato dal Comitato Cittadino antidroga rivolto a chi momentaneamente si trova in grave difficoltà.

Bonus bebè

Le famiglie con un Isee al di sotto dei 25 mila euro potranno richiedere il bons per i nuovi nati dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017.

Carta bianca

Il Comune di Ravenna, tramite l'Assessorato alle Politiche Sociali, promuove Il progetto "Carta Bianca" tessera gratuita per persone con disabilità

Video

Ravenna città accogliente: l'affido familiare per il cittadino di domani

Guarda il video

Prendi un bambino per mano



Guarda il video
 

Collegamenti esterni

Istituzioni partners
Per i nostri documenti in formato digitale usate Acrobat Reader e Microsoft Office Reader
 

©2011 Azienda Servizi alla Persona Ravenna Cervia Russi | Accessibilità

Comune di Ravenna Comune di Cervia Comune di Russi Provincia di Ravenna Regione Emilia-Romagna Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna Qualità Sociale Emilia-Romagna Sociale Vai sul sito Adobe e scarica Adobe Reader per leggere i documenti in formato PDF Vai sul sito Microsoft e scarica Microsoft Reader per leggere i documenti in formato DOC Vai sul sito Adobe e scarica Adobe Reader per leggere i documenti in formato PDF Vai sul sito Microsoft e scarica Microsoft Reader per leggere i documenti in formato DOC