"Papà è a casa"

padri2015.jpg 
Con l’obiettivo di dare la possibilità di fare domanda ad un numero più alto di famiglie, sono stati aggiornati i criteri di partecipazione al bando "Papà è a casa" per l’erogazione di un contributo economico ai padri che usufruiscono dei congedi parentali in alternativa alla madre. A disposizione c’è un fondo regionale di circa 35mila euro, stanziato un anno fa e ancora in gran parte non utilizzato.
L’intervento è attuato dal Comune in collaborazione con Asp Ravenna Cervia e Russi

 

Il bando prevede il limite ISEE massimo di 35.000 € sarà  500 € l’ammontare del contributo economico mensile corrisposto; 5 mesi il periodo massimo per il quale il contributo può essere richiesto dai padri che fruiscono del congedo parentale alternativo a quello della madre dipendente; potranno fruire dei contributi anche ai padri di bimbi la cui madre risulti lavoratrice autonoma (in tal caso il contributo può essere richiesto per un periodo massimo di 3 mesi).

 


Ulteriori informazioni sul sito del Comune di Ravenna

 

Bando con tutte le informazioni

 

Modulo di adesione